Un addio commosso e riconoscente

Belotti firma con la Roma e saluta i tifosi: "Torino sarà sempre casa"

Il lungo post del gallo Belotti per salutare i granata con affetto e gratitudine

Belotti firma con la Roma e saluta i tifosi: "Torino sarà sempre casa"
TGR Piemonte
Andrea Belotti

Comincia ufficialmente l'avventura di Andrea Belotti con la maglia della Roma: l'attaccante oggi ha svolto a Trigoria la seconda parte delle visite mediche, per poi prendere parte all'allenamento delle 17, il  primo con i nuovi compagni e con mister Josè Mourinho. L'ex capitano del Torino, arrivato in giallorosso a parametro zero, ha scelto il numero 11 e firmato un contratto fino al 2023, con opzione per altri due anni al verificarsi di alcune condizioni sportive.  "Le ambizioni e la crescita della Roma sono sotto gli occhi ditutti e hanno esercitato in me un fascino incredibile - ha dichiarato Belotti ai microfoni del club - A questo punto della mia carriera voglio continuare a migliorarmi, giorno dopo giorno, e sono felice di poterlo fare con questa nuova maglia.Adesso non vedo l'ora di sentire l'inno allo stadio, davanti ai nostri tifosi".  Il ds giallorosso Tiago Pinto lo accoglie così: "Andrea è uno degli attaccanti più prolifici della Serie A, con lui alziamo ulteriormente il livello del reparto avanzato. La sua determinazione nello scegliere la Roma ha colpito tutti noi e oggi siamo davvero felici di poter iniziare questa nuova avventura".

Intanto con un lungo post  su Instagram  Andrea Belotti ha salutato i  suoi tifosi . “Grazie di tutto, sarete sempre nel  mio cuore”, scrive, chiedendo scusa per  il suo lungo silenzio.

"Caro Toro, cari tifosi del Toro, è difficile per me spiegare quello che abbiamo vissuto insieme in questi 7 anni. Sono arrivato che ero poco più di un ragazzino e giorno dopo giorno sono cresciuto, basandomi sui valori che questa squadra rappresenta.
Ho cercato di tirare fuori tutto quello che avevo dentro, in ogni allenamento e in ogni partita, per provare a ripagare l’amore che mi avete dimostrato.
Abbiamo sofferto, gioito ed esultato insieme. Ci siete sempre stati, in ogni situazione. Voglio dirvi un enorme GRAZIE.
Grazie per quello che avete fatto per me, grazie per come mi avete fatto sentire, perché, anche nei momenti più duri, io sapevo che voi c’eravate sempre e comunque. Il vostro affetto mi spingeva a dare sempre di più.
Non so se sono riuscito a ripagare tutto ciò che avete fatto per me, ma una cosa è certa, nel mio cuore ci sarete sempre.
So che il mio silenzio, in tutto questo tempo, vi potrebbe aver ferito e vi chiedo scusa per questo, ma ci sono state situazioni che mi hanno portato a fare così.
Il mio pensiero è stato sempre quello di proteggere questa maglia e questi colori.
Ringrazio tutte le persone che hanno fatto parte di questo lungo percorso, di ognuno ricordo qualcosa che è entrato nel mio bagaglio di vita e in un modo o nell’altro mi ha fatto crescere.
Auguro il meglio ad ognuno di voi.
Ci sono ricordi che rimarranno indelebili: la fascia di capitano, la magia del 4 maggio, la curva Maratona che urla il mio nome.
Ora, me ne vado da uomo, da padre di famiglia, consapevole di aver dato tutto me stesso in questi anni.
Non sarà mai un addio, perché per me Torino rimarrà sempre casa.
GRAZIE di TUTTO ❤️🐂"