La decisione del Tribunale di Ivrea

Chivasso, chiude per sfratto la torteria no-vax

Il locale di Rosanna Spatari è stato un punto di riferimento per le proteste di chi si è opposto alle misure anti-covid.

Chivasso, chiude per sfratto la torteria no-vax
Ansa
Le proteste all'esterno della torteria

La Torteria di Chivasso, per quasi due anni simbolo delle lotte no vax e no green pass, ha chiuso per sfratto, provvedimento arrivato dopo una serie di atti giudiziari che avevano portato allo stop delle attività per mesi. Atti che la titolare, Rosanna Spatari, aveva sempre impugnato, a differenza dello sfratto, diventato esecutivo lo scorso primo agosto con l'avviso consegnato dagli ufficiali giudiziari del tribunale di Ivrea. 

Tribunale di Ivrea che ne aveva disposto il sequestro a maggio 2021 dopo multe e provvedimenti di chiusura per non aver mai rispettato le misure di contenimento del virus sars cov-2, decisione annullata dalla Cassazione “per non aver commesso il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità” in quanto la normativa sulla violazione delle disposizioni anti-covid prevedeva una sanzione amministrativa.