Si aggira in stazione con un martello dopo una rapina, arrestato

Il 61enne italiano aveva costretto un marocchino - minacciandolo con un coltello - a prelevare da un bancomat e si era fatto consegnare il contante

Si aggira in stazione con un martello dopo una rapina, arrestato
DALET
VOLANTE

Si aggirava per la stazione ferroviaria di Porta Nuova, a Torino, con un grosso martello in mano: la polizia, dopo averlo fermato, ha scoperto che si era da poco reso autore di un tentativo di estorsione. L'uomo, un italiano di 61 anni, è stato arrestato. Ad intervenire è stata la Polizia Ferroviaria. Lo sconosciuto, alla vista della pattuglia, aveva cercato di infilare il martello nello zaino. Subito dopo gli agenti sono stati avvicinati da un marocchino che riferiva di essere appena stato costretto, dietro minaccia di morte, a prelevare denaro a un bancomat e consegnare 150 euro all'uomo che era appena stato bloccato. Il suo racconto è stato confermato dalle immagini della videosorveglianza della stazione. Nello zaino del sessantunenne sono stati trovati tre coltelli a serramanico di lunghezza superiore ai 30 cm e uno scalpello con punta in ferro.