Una brutta sorpresa

INPS: "Niente pensione, lei è morta"

Lieto fine per la brutta avventura di una pensionata di Balangero. L'Inps le aveva sospeso la pensione perchè ritenuta morta dall'ASL

INPS: "Niente pensione, lei è morta"
web
sede INPS

Se Pirandello tornasse in vita, forse racconterebbe lui la storia di Maria Cristina Fornelli Bardina, ex insegnante in pensione, 70 anni, e residente nelle valli di Lanzo, a Balangero

Per quasi due mesi l'Inps l'ha creduta morta. La disavventura comincia il 4 luglio con una chiamata in banca e una domanda: perché non mi avete accreditato la pensione?

E la banca che risponde: ma signora, l'Inps ci ha comunicato che lei è morta...

E' difficile immaginare la sua faccia dopo un dialogo del genere, ma è più facile affermare, con sollievo, che un mese dopo quella prima telefonata la signora è ancora viva...

Nel frattempo, il mistero è svelato. In un paese vicino si scopre un manifesto funebre che porta il suo stesso nome: un caso di omonimia insomma, con la Asl che a metà giugno comunica all'INPS il decesso della persona sbagliata. Solo oggi, dopo 50 giorni e una segnalazione ai giornali la macchina burocratica si è sbloccata.

Due mesi di mail, appuntamenti all'INPS, code agli sportelli e telefonate. Un surreale calvario, insomma, che terminerà, almeno così assicura l'INPS "entro il 10 agosto" con il pagamento del mese di luglio, mentre giugno è stato appena accreditato. 

A noi non resta che augurare alla signora Maria Cristina ottima salute e, burocrazia permettendo, una serena pensione.