Tangenziale sud

Trappola di fuoco, il camionista muore carbonizzato nel tir in fiamme

La tragedia all'altezza dello svincolo di Stupinigi: il mezzo avrebbe urtato contro il guardrail prima di ribaltarsi. La vittima, 48 anni, di nazionalità rumena, lavorava per una ditta italiana.

Un boato fortissimo: lo schianto, il mezzo che si incendia, subito avvolto dalle fiamme, sulla tangenziale sud, all'altezza dello svincolo di Stupinigi, nella prima serata di ieri. 

Una trappola mortale per il conducente del tir, che rimane incastrato e non può fuggire. Ai vigili del fuoco e agli agenti di polizia stradale il triste compito di trovare L'uomo, ancora al posto di guida, completamente carbonizzato. 

La vittima si chiamava Florian Stanciut, romeno di 48 anni. Lavorava per una ditta di trasporti italiana. 

Secondo la prima ricostruzione, l'autista dell'autoarticolato, un camion frigorifero carico di frutta e verdura che viaggiava in direzione Milano-Aosta, forse per un malore improvviso, avrebbe perso il controllo del mezzo, che si sarebbe schiantato contro il guard rail centrale in cemento. 

Non escluse altre ipotesi, come un guasto al motore. Nell'incidente non sono stati coinvolti altri veicoli. Dopo l'impatto si è alzata una colonna di fumo visibile a chilometri di distanza. Le fiamme sono state spente nel giro di mezz'ora. 

La strada è rimasta a lungo chiusa in entrambe le direzioni, e si sono formate code che hanno coinvolto anche le vie limitrofe di Torino sud, Stupinigi e Nichelino.