Il raduno ritorna dopo lo stop per la pandemia

Tornano gli spazzacamini da tutto il mondo in Val Vigezzo

Il raduno dal 2 al 5 settembre

Tornano gli spazzacamini da tutto il mondo in Val Vigezzo
Ansa
Il raduno degli spazzacamini in Val Vigezzo

800 spazzacamini da tutto il mondo sfileranno con gli attrezzi del mestiere e con il
volto colorato dalla fuliggine dal 2 al 5 settembre a Santa Maria Maggiore (in val
Vigezzo, nel Verbano-Cusio-Ossola) per il tradizionale Raduno
Internazionale.
All'evento, e alla sfilata di domenica mattina che rappresenta
il momento clou del raduno, parteciperanno un'ottantina di
fumisti italiani (di cui la metà vigezzini) e centinaia di altri
provenienti da Europa e Stati Uniti: la delegazione più numerosa
è quella tedesca, con circa 300 partecipanti annunciati; seguono
Svizzera (90), Svezia (80), Danimarca (56) e Finlandia (55).
Alla sfilata saranno presenti anche diversi gruppi musicali e
folkloristici, come la Fanfara alpina ossolana, la Banda
musicale alpina di Malesco, il gruppo Giovani musicisti
ossolani, la Bandella Vigezzo, Lipa-Band, il Gruppo
folkloristico Valle Vigezzo, il gruppo Amici della montagna,
quelli della Valle Sesia e Valle Cannobina.
L'evento, organizzato dall'Associazione Nazionale Spazzacamini
con la collaborazione del Comune di Santa Maria Maggiore e della
Pro Loco di Santa Maria Maggiore, è giunto alla 39esima edizione
e torna dopo due anni di stop dovuto alla pandemia di Covid-19.
Il palcoscenico è, come sempre, Santa Maria Maggiore in val
Vigezzo, valle storicamente legata al mestiere dello
spazzacamino. Da queste montagne, già dal Cinquecento,
generazioni di emigranti sono partite verso i paesi del nord
Europa per fare questo lavoro; per ricordare loro e la loro
professione, proprio a Santa Maria Maggiore da quasi
quarant'anni esiste il Museo dello Spazzacamino.