Anche il torinese Norman Gobetti tra i vincitori del Premio Pavese 2022

La cerimonia a novembre a Santo Stefano Belbo. Riconoscimenti anche a Gavino Ledda, Ludovica Maconi, Mirko Volpi, Michele Mari e Iperborea.

Anche il torinese Norman Gobetti tra i vincitori del Premio Pavese 2022
Ansa

C'è anche il traduttore torinese Norman Gobetti tra i vincitori dell'edizione 2022 del Premio Pavese. L'annuncio è di Alberto Sinigaglia, presidente della giuria del riconoscimento e del Comitato scientifico della Fondazione che porta il nome dello scrittore di Santo Stefano Belbo. Il 15 novembre saranno premiati anche Gavino Ledda per la categoria Poesia, Ludovica Maconi e Mirko Volpi per la saggistica, Michele Mari per la narrativa e Iperborea. 

I nomi dei vincitori sono stati svelati al termine della tavola rotonda "Arte, cultura e turismo come motore di sviluppo del territorio" con Massimo Bray, Bruno Bertero, Roberta Ceretto, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. A chiusura della giornata, a coronare anche i vincitori del Premio, la serata di Tafelmusik "alla Bosso", che ha animato le mura della chiesa sconsacrata SS. Giacomo e Cristoforo di Santo Stefano Belbo. I vincitori riceveranno il Premio e terranno il discorso di accettazione sabato 5 novembre in occasione della cerimonia che si svolgerà dalle 15 a Santo Stefano Belbo nella chiesa sconsacrata dei SS. Giacomo e Cristoforo, ora auditorium della Fondazione Cesare Pavese. 

Nella stessa cornice si terrà l'assegnazione del Premio Pavese Scuole ai tre migliori elaborati tra quelli presentati dalle studentesse e dagli studenti partecipanti al bando di prossima uscita. "Il Premio Pavese, da quando è sotto l'egida della Fondazione Cesare Pavese, premia i più importanti esponenti del mondo culturale italiano che meglio rappresentano il lavoro culturale di Cesare Pavese. E' un omaggio al grande intellettuale e alla sua terra che è stata per lui risveglio, Mito, vita", commenta Pierluigi Vaccaneo, direttore della Fondazione Cesare Pavese.