La Corte d'appello di Torino conferma la sentenza del Tribunale del Lavoro

I rider di Uber Eats vincono in appello: hanno diritto di essere considerati lavoratori dipendenti

I 10 ciclofattorini che si sono rivolti al giudice sono per lo più immigrati reclutati nei centri di accoglienza

I rider di Uber Eats vincono in appello: hanno diritto di essere considerati lavoratori dipendenti
La sentenza a favore di 10 lavoratori
I rider vanno considerati lavoratori dipendenti

I 10 ciclofattorini che avevano citato in giudizio il servizio di consegne a domicilio Uber Eats hanno vinto anche in appello: hanno il diritto di essere considerati lavoratori dipendenti. La Corte d'Appello di Torino ha infatti confermato la sentenza di primo grado, che aveva già riconosciuto loro questo diritto lo scorso 18 novembre. Secondo i giudici, Uber Italy deve essere considerato il loro datore di lavoro reale. Escluse solo la 14esima mensilità e una delle indennità. I ricorrenti sono in gran parte immigrati stranieri reclutati nei centri di accoglienza.