La ricorrenza

La diocesi di Alessandria da Papa Francesco a 450 anni dalla morte di Pio V

Al secolo Antonio Ghisleri è l'unico papa nato in Piemonte della storia ed è vissuto nel Rinascimento. L'attuale Pontefice invece ha origini piemontesi.

La diocesi di Alessandria da Papa Francesco a 450 anni dalla morte di Pio V
Tgr Piemonte
Ritratto di San Pio V

"E' stato bello che il 450esimo anniversario della morte di San Pio V, unico papa piemontese, sia stato ricordato da Francesco, di origini piemontesi". Così don Santiago Ortiz, parroco di Valenza, dopo l'udienza concessa dal Santo Padre ai circa 150 fedeli della diocesi di Alessandria, in pellegrinaggio nella Capitale per visitare anche la tomba del Pontefice nella basilica di Santa Maria Maggiore. "Ci ha colpito - dice don Ortiz - vedere il Papa stanco dopo l'ennesimo viaggio all'estero e osservarlo sulla sedia a rotelle. Un uomo con le fragilità di tutti ma con quella forza che lo rende unico. Ancora più speciale per noi alessandrini, conterranei di Pio V, piemontese di Bosco Marengo, come la famiglia di Bergoglio da Portacomaro d'Asti".

Papa Pio V, al secolo Antonio Ghislieri, è nato il 17 gennaio 1504 ed è stato il 225º papa della Chiesa cattolica dal 7 gennaio 1566 alla sua morte, avvenuta il 1° maggio 1572. Teologo e inquisitore domenicano, è considerato tra i principali artefici e promotori della Controriforma assieme a san Carlo Borromeo e sant'Ignazio di Loyola.