La regione guida la classica delle quarte dosi

In Piemonte il covid rallenta di più

Dal 5 all'11 settembre la curva dei contagi è la più bassa in italia, meno di 174 casi ogni 100 mila abitanti contro i quasi 185 su scala nazionale.

In Piemonte il covid rallenta di più
Pexels.com
In era covid fondamentale lavarsi le mani

Il report della regione Piemonte registra un trend positivo: nella settimana dal 5 all'11 settembre la curva epidemiologica dei contagi da covid è la più bassa in italia, con un incidenza di 173,9 casi ogni 100 mila abitanti. Il valore sale al 184,9 su scala nazionale. Ottimo anche il dato che riguarda l'occupazione dei posti letto ordinari, al 12 settembre sono al 3,5% per cento in Piemonte contro il doppio del valore nazionale che supera il 6%.

Le terapie intensive sono all'1 per cento contro l'1, 8. In Piemonte sempre nel periodo dal 5 all'11 settembre i casi medi giornalieri dei contagi sono 1.061. Con l'ultimo vaccino somministrato a partire da ieri capace di coprire anche la variante omicron 5, la nostra regione è in testa alla classifica nazionale con 416 mila quarte dosi somministrate a fragili over 60, over 80, ospiti rsa.

A  inizio settembre gli esiti delle analisi di sequenziamento delle acque reflue sui campioni prelevati hanno riscontrato la prevalenza della variante omicron 5 e la presenza di alcune mutazioni appartenenti alle sue sottovarianti.