Per un volume d'affari di 1,5 milioni di euro

Nascondevano la cocaina in barattoli sottoterra, arrestati

L'operazione "Bad Boys" condotta dalla Procura di Asti ha portato all'arresto di 4 persone ed a 30 denunce.

Nascondevano la cocaina in barattoli sottoterra, arrestati
DALET
VOLANTE

Nascondevano la cocaina da vendere all'interno di barattoli nascosti sottoterra prima di essere smerciati sul territorio per un volume d'affari stimato in almeno un milione e mezzo di euro, un mercato alimentato da un gruppo criminale albanese a conduzione familiare e bloccato dalla Questura di Asti e smantellato nell'ambito dell'operazione “Bad Boys”.

Gli inquirenti hanno indagato 30 persone ed eseguito 12 arresti: quattro custodie cautelati in carcere nei confronti di altrettanti cittadini albanesi dall'età compresa tra 20 e 36 anni ed otto obblighi di presentazione. A capo del presunto gruppo due fratelli di 35 e 36 anni che guidavano le operazioni. Uno di loro impartiva ordini dapprima dal carcere di Cuneo dove era recluso per poi continuare da casa una volta ottenuti gli arresti domiciliari. 

Il sodalizio, oltre ai due fratelli, sarebbe composto dalle loro mogli e dai due cognati, che si dedicavano all'attività di occultamento, detenzione, fornitura e spaccio di cocaina i quali rifornivano il nipote e altri soggetti ventenni, con quantitativi di un etto ogni volta, che a loro volta distribuivano al dettaglio sulle piazze del mercato illecito di Asti, Alba e Bra, consegnando i proventi dell'attività illecita ai due fratelli.

Gli inquirenti hanno monitorato il traffico di 4,7 chili di cocaina. Le dosi di droga ricavate, secondo loro, potevano essere almeno 21mila e 300.

La banda aveva poi a che fare con clienti indietro con i pagamenti. Tra loro un ristoratore. Il giovane nipote albanese, con altri pusher, secondo gli investigatori, si recavano a mangiare e bere nel suo locale senza pagare e in diverse occasioni prelevavano bottiglie di vino di valore, che poi scalavano in parte dal debito. 

Gli indagati sono stati osservati dagli investigatori e ripresi dalle telecamere installate mentre prelevavano e depositavano la cocaina nei vari barattoli. Individuata anche una partita pura di cocaina di circa 1,2 chilogrammi. Durante le perquisizioni, sono stati trovati e sequestrati anche due proiettili e mille euro in contanti.