Emirjon Margjini e Mergim Lazri erano stati fermati quasi un anno fa

Omicidio di Piossasco, a novembre la corte d'Assise

L'architetto non ancora 50 enne fu ucciso nella sua casa di Piossasco, vicino Torino, il 9 giugno del 2021.

Andranno a processo accusati di aver assassinato nella sua abitazione Roberto Mottura, Emirjon Margjini, 31 anni, e Mergim Lazri, 25, erano stati fermati quasi un anno fa.

L'architetto non ancora 50 enne fu ucciso nella sua casa di Piossasco, vicino a Torino, il 9 giugno del 2021. Una calibro 22 gli recise l'arteria femorale.

Con loro andranno a processo anche gli altri quattro indagati, di origine albanese, tre per favoreggiamento e due per possesso di armi, ritrovate in alcune abitazioni durante le perquisizioni dei carabinieri.

Mottura, quasi 50 anni, appassionato di mountain-bike, viveva nella villetta con moglie e figlio. Quella notte, verso le 4, avrebbe sorpreso i ladri in casa, entrati mentre la famiglia dormiva al piano superiore, e avrebbe perso la vita in una colluttazione con i malviventi, dopo che la moglie svegliata dai rumori e dall'antifurto li avrebbe sorpresi a rubare.

Il processo in Corte d'Assise prenderà il via il 9 novembre.

 

 

montaggio di Paola Messina

servizio di Maria Valeria Vendemmia