I dati del 1° settembre

Positivi al Covid all'11,6%. Piemonte primo nelle quarte dosi di vaccino

Secondo i dati della Fondazione Gimbe il 33,8 per cento dei piemontesi ha ricevuto la somministrazione aggiuntiva anti-covid.

Sono 1465 i positivi nell'ultimo bollettino, per un rapporto positivi-tamponi dell'11,6 per cento. In calo i ricoveri che si attestano a 278, meno nove rispetto al 31 agosto. Stabili le terapie intensive, sei, con un decesso. 

Numeri in miglioramento che confermano i dati raccolti dalla Fondazione Gimbe nel suo consueto report settimanale secondo cui la curva del Covid ha raggiunto il plateau. Dal periodo preso in esame, 24-30 agosto, emerge chiara la diminuzione dei nuovi casi rispetto alla settimana precedenza, 177.877 contro 149.701. In calo anche i decessi, 574 conro 759. Scendono di 90.000 unità i casi attualmente positivi, 660.241 contro 752.091. 

In Piemonte, secondo i dati della Fondazione Gimbe, il tasso di occupazione delle terapie intensive si attesta all'1 per cento mentre quello dei reparti ordinari è del 4,2. La scorsa settimana casi positivi ogni 100.000 abitanti nella nostra regione mediamente sono stati 784 con un tasso in leggera crescita a Cuneo e Torino, rispettivamente del 2,2 e dello 0,3 per cento. Numeri in miglioramento nelle altre province con migliori risultati registrati nel Verbano-Cusio-Ossola, -25,3 per cento. 

Per quanto riguarda le vaccinazioni il 10,7 per cento dei piemontesi, secondo Fondazione Gimbe, non ha mai ricevuto una dose mentre il tasso di copertura per la popolazione compresa tra 5 ed 11 anni è del 29,4 per cento. Sempre dai dati Gimbe l'8,2 per cento dei piemontesi non ha mai ricevuto la terza dose. La nostra regione è in testa per la somministrazione della quarta dose: il 33,8 per cento dei Piemontesi ha ricevuto l'ulteriore iniezione.