Assolto anche il titolare di cooperativa per richiedenti asilo

Gestione migranti, assolti gli ex prefetto e vice prefetto di Vercelli

Raffaele Malfi e Raffaella Attianese erano stati coinvolti nel 2018 in un'inchiesta sui flussi migratori del vercellese.

Gestione migranti, assolti gli ex prefetto e vice prefetto di Vercelli
Ansa
Il centro di Vercelli

L'ex prefetto di Vercelli Salvatore Malfi e l'ex vice prefetto Raffaella Attianese sono stati assolti con formula piena, "perché il fatto non sussiste", dalle accuse relative alla corretta gestione dei migranti nel periodo dal 2014 al 2016. I due erano stati coinvolti in un'inchiesta avviata nel marzo 2018 dalla procura sui flussi migratori nel vercellese; insieme a Malfi e Attianese erano stati rinviati a giudizio anche funzionari ed ex funzionari della stessa prefettura, e un titolare di cooperativa per richiedenti asilo, Gianluca Mascarino, che secondo l'accusa era stato favorito nell'accaparrarsi i bandi per l'accoglienza dei migranti. 

Il titolare, così come ex prefetto e vice, è stato assolto perché il fatto non sussiste. Condanna a 2 mesi per Lucia Castelluccio e a un anno e sei mesi per Cristina Bottieri, funzionarie della Prefettura: per entrambe la corte ha deciso la sospensione condizionale della pena e la non menzione nel casellario.

Malfi è stato invece condannato ad una pena di 5 anni e 6 mesi nel secondo filone dell'inchiesta avviata dalla procura di Vercelli, relativa alle accuse di maltrattamenti, riqualificati poi in stalking, e minacce nei confronti di una domestica. I difensori di Malfi hanno annunciato di ricorrere in appello. I pubblici ministeri, nel settembre scorso, avevano chiesto la condanna a 8 anni di reclusione per Malfi, oltre al pagamento di una multa di 10.000 euro, e 5 anni e una multa di 5.000 euro ad Attianese.