La scoperta della Guardia di Finanza di Asti in collaborazione con l'Inps

Reddito di cittadinanza, in 250 lo percepivano senza avere requisiti

Un danno da 1,6 milioni di euro tra il 2021 e il 2022. Avrebbero presentato false autocertificazioni Isee

Per due anni avrebbero percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto. La Guardia di Finanza di Asti in collaborazione con l'Inps ha individuato duecentocinquanta cittadini di origine extracomunitaria che, nel periodo 2021- 2022, avrebbero percepito il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti per un danno complessivo stimato in 1,6 mln di euro. Nel corso dell'operazione i finanzieri   hanno preso in esame i dati autocertificati necessari a richiedere il beneficio all'Inps scoprendo che i 250 percettori di rdc, di cui buona parte originari dell'Africa, sono risultati privi del requisito della residenza sul territorio italiano da almeno dieci anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo, come  previsto dalla legge. Per ottenere il beneficio, secondo le indagini, i soggetti controllati avrebbero presentato false attestazioni Isee in forma di autocertificazione.