L'indagine partita nel gennaio 2021

Creavano false concessionarie auto, tre arresti

Colti in flagranza. Denunciato un commercialista abusivo. Il gruppo comprava vetture con assegni falsi dopo aver creato aziende fittizie.

Creavano false concessionarie auto, tre arresti
Ansa
Vercelli

Tutto è nato da una Pec inviata dalla Camera di Commercio ad un noleggiatore di barche siciliano in cui si riferiva dell'avvio di una nuova unità locale a Vercelli per la rivendita di auto usate. 

L'uomo ha presentato denuncia per sostituzione di persona, era il gennaio 2021. Gli accertamenti coordinati dalla Procura di Vercelli hanno permesso di scoprire che la rivendita non esisteva. Un commercialista e tre soggetti coinvolti nella truffa sono stati individuati dagli inquirenti che hanno scoperto, dall'esame del traffico telematico e comunicazioni trasmesse alla Camera di Commercio, ulteriori concessionarie d'auto create nella medesima maniera all'insaputa degli intestatari.

Secondo l'indagine il gruppo, una volta creata la concessionaria fittizia, avvalendosi del lavoro di un ragioniere, usava le visure per acquistare auto attraverso diversi siti internet pagandole con falsi assegni circolari.

Tre gli arresti in flagranza di reato, mentre il consulente fiscale abusivo è stato denunciato a piede libero, esercitava la professione nonostante un provvedimento di radiazione dall'albo dei ragionieri e dottori commercialisti.