Si apre una settimana decisiva per l'Italia

Vigilia dell'incontro con Tavares. Il futuro dell'automotive a Torino

A pochi giorni dal voto del 25 settembre, l'ad di Stellantis torna a Mirafiori. Domani mattina vedrà il presidente della Regione Cirio e il sindaco Lo Russo. Sullo sfondo gli ultimi colpi di una campagna elettorale inedita cominciata in piena estate

Vigilia dell'incontro con Tavares. Il futuro dell'automotive a Torino
Ansa
Carlos Tavares

Il futuro dell'automotive è sul tavolo di quello che potrebbe rivelarsi un incontro decisivo. E intorno al quale senz'altro si concentrano  enormi aspettative. Domani l'ad di Stellantis Tavares torna a Torino per confrontarsi con le proposte e le speranze di una città in attesa di un riscatto economico. L'ultima volta fu a fine marzo. E domani come allora il grande assente sarà il governo nazionale. 

A marzo ancora alle prese con la pandemia, oggi in un limbo che non consente al premier Draghi  e ai  suoi ministri di prendere decisioni e impegni per coloro che arriveranno a Palazzo Chigi dal 26 settembre.

La transizione al motore elettrico sarà senz'altro tra i temi  al centro dell'incontro che si terrà al mattino a Mirafiori. Tavares visiterà anche lo stabilimento e vedrà i rappresentanti della fabbrica dei lavoratori, mentre le sigle nazionali dei metalmeccanici vedranno i responsabili delle relazioni industriali. Tutti sperano nell'annuncio di  dell'avvio di nuove produzioni.

Resta sullo sfondo l'eco di una campagna elettorale sui generis, partita sotto il sol leone di luglio e che ora si va smorzando con il vento di fine estate. L'agenda politica da qui a sabato ci segnala per oggi la presenza a Novara del cofondatore di Fratelli di Italia, Guido crosetto, che sarà poi a Torino mercoledi. Domani il leader della Lega Matteo Salvini sarà alle 21 in piazza Dante Livio Bianco. Il centrosinistra chiuderà la campagna elettorale venerdi in Barriera di Milano. Il movimento cinque stelle giovedi in piazza Madama Cristina.