Alessandro Giraudo è il nuovo vescovo ausiliare di Torino

A renderlo noto l'arcivescovo Monsignor Roberto Repole durante una conferenza stampa. Giraudo lascia il suo incarico di vicario generale e moderatore della Curia

Alessandro Giraudo è stato nominato Vescovo ausiliare di Torino. Lo ha reso noto l'Arcivescovo Monsignor Roberto Repole durante una conferenza stampa. 

Giraudo lascia il suo incarico di vicario generale e moderatore della Curia, che ha rivestito dopo quello di cancelliere arcivescovile.

Ha ricoperto gli incarichi di Vicario Parrocchiale presso Nostra Signora delle Vittorie (1993-1996) e presso S. Maria di Testona (1995-1999) in Moncalieri; collaboratore parrocchiale presso S. Apostoli in Torino (2002-2010); dal 2002, docente di Diritto Canonico presso la Sezione parallela di Torino della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale e, dal 2004, anche presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Torino; Difensore del Vincolo (2002-2005), Giudice (2005-2009) e Vicario Giudiziale Aggiunto (2009-2016) del Tribunale Ecclesiastico Regionale Piemontese; dal 2005, Giudice nel Tribunale Ecclesiastico Diocesano e Metropolitano di Torino; dal 2016, Rettore della Basilica del Corpus Domini in Torino, Cancelliere della Curia Arcivescovile, Direttore dell'Archivio Arcivescovile di Torino e Giudice del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Piemontese; dal 2017, Direttore dell'Ufficio per la Disciplina dei Sacramenti; dal 2018, Canonico del Capitolo Metropolitano; dal 2022, Vicario Generale. 

il servizio di Caterina Cannavà

intervista a Alessandro Giraudo, vescovo ausiliare e Roberto Repoole, arcivescovo di Torino