Verso le feste

Caro bollette, luci soft a Natale in tutto il Piemonte

Tra città che hanno scelto di sacrificare le luminarie ed altre che hanno investito in led, la situazione in regione è a macchia di leopardo

Caro bollette, luci soft a Natale in tutto il Piemonte
TgR
Luci natalizie

Sarà un Natale con poche o nessuna luce in molte località del Piemonte. Il caro energia costringe i comuni a scelte dolorose per le comunità. Sacrificare l'atmosfera delle feste in nome dei bilanci, dei servizi, della sostenibilità, dell'etica.

Molti comuni per non sacrificare la tradizione hanno optato per l'illuminazione a led, molto meno energivora rispetto alle lampadine tradizionali, è il caso di Chivasso e dei due grandi centri della provincia di Cuneo che hanno scelto di investire in luminarie, seppur in misura ridotta, il capoluogo ed Alba: led accesi più tardi e spenti durante la notte con installazione lungo le vie dello shopping. Decisione contraria a Savigliano con feste senza luci ma tanti eventi. I led di Borgomanero saranno accesi tra il 3 dicembre e l'8 gennaio, dalle 17 alle 24. Niente luci a Vercelli, al loro posto si pensa ad addobbi colorati. Caso particolare quello di Biella. Le proteste dopo la decisione del comune di dire no alle luminarie hanno portato ad una marcia indietro: le luci saranno presenti.

A Novara il sindaco annuncia poche luminarie pubbliche lasciando iniziativa ai privati mentre Asti conferma le sue luci, ritenute essenziali per gli appuntamenti delle feste.