Aumenta l'incidenza

Covid, i nuovi positivi sono quasi 5mila. Di Perri: "Numeri previsti"

In aumento infezione ed occupazione dei posti letto. L'intervista all'infettivologo dell'ospedale Amedeo di Savoia di Torino.

Il numero dei casi è in aumento in tutte le fasce d'età, tra gli adulti. In linea con il resto d'Italia. Una crescita attesa, con il venir meno di quasi tutte le restrizioni e con la stagione fredda che riporta la gente negli spazi chiusi. In Piemonte - dati di mercoledì 5 ottobre - i nuovi casi sono 4.899. E' positivo quasi un tampone su quattro, il 23 per cento. I pazienti Covid ricoverati sono 527, quelli in terapia intensiva 12. Con un aumento significativo rispetto solo ad una settimana fa. Numeri che non sorprendono, dunque, come spiega l'infettivologo dell'ospedale Amedeo di Savoia di Torino, Giovanni Di Perri, ospite del nostro tg:

Questi sono numeri previsti e prevedibili, l'abbiamo lasciata andare da mesi, abbiamo riaperto le scuole, abbiamo tolto le mascherine sui mezzi pubblici".

Da considerare, sottolinea il professore, che siamo largamente immunizzati, tra contagi e vaccini. La quarta dose da pochi giorni è disponibile per tutti dai 12 anni in su. E da lunedì sono partiti gli sms di convocazione diretta per gli ultrasessantenni. Ma per chi è particolarmente raccomandata? Ancora il professor Di Perri:

“Sopra i 65 anni e anche sotto se soggetti a rischio: tumori, immunodepressi, portatori patologie croniche

Un'arma in più per affrontare l'inverno alle porte.

IL BOLLETTINO - I nuovi positivi in Piemonte sono 4.899 con un rapporto positivi/tamponi al 23,3%. I ricoveri ordinari sono 527 (+44 rispetto a martedì) mentre i ricoveri in terapia intensiva sono 12, anche questi in aumento nelle ultime 24 ore, +4. Non si registrano decessi.