Indagini dei carabinieri

Esplode bombola di gas, sventrata palazzina

È successo domenica mattina a Carignano (Torino). Si sono aggravate le condizioni dell'anziano che si trovava nell'abitazione dov'è avvenuta lo scoppio. Gli altri quattro feriti sono stati dimessi dall'ospedale.

Cinque feriti, un appartamento sventrato e altri tre seriamente danneggiati, l'intera palazzina dichiarata inagibile, 28 persone evacuate: è il bilancio aggiornato dell'esplosione avvenuta questa mattina (domenica 16 ottobre) intorno alle 7 al primo piano di un edificio residenziale a Carignano, in provincia di Torino. 

Probabile causa, secondo i primi accertamenti, lo scoppio di una bombola di gas a cui era stato applicato artigianalmente un tubo. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri (cui sono affidate le indagini), protezione civile, croce rossa e i tecnici comunali con il sindaco.

Nella casa dove è avvenuta la deflagrazione si trovava un uomo di 82 anni: è stato ricoverato in codice giallo in ospedale CTO di Torino con ustioni sul 20 per cento del corpo, ma le sue condizioni si sono aggravate nel pomeriggio. 

Gli altri quattro feriti, l'intero nucleo familiare di un appartamento vicino, erano stati portati all'ospedale di Moncalieri e sono stati successivamente dimessi. 

Il Comune, ha spiegato il sindaco Giorgio Albertino, ospiterà in propri alloggi 14 sfollati che non hanno trovato sistemazione da amici o parenti. Le indagini sono affidate ai carabinieri.
 

Bombola del gas, sventrata palazzina Tgr Piemonte
Bombola del gas, sventrata palazzina