Nel salone degli svizzeri

Mattarella a Torino per celebrare l'anniversario della nascita della Corte dei conti

Continua la visita del presidente della Repubblica nella capitale sabauda. L'occasione è l'anniversario della nascita della Corte dei conti, nell'ottobre 1862.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella torna a Torino, questa volta per celebrare l'anniversario della Corte dei conti. In piazza Castello, all'ingresso di palazzo Reale, viene accolto dalle autorità che lo accompagnano nel salone degli Svizzeri: 160 anni da quando, era l'ottobre 1862, la Corte dei conti del Regno d'Italia si insediava proprio nel centro di Torino, nella sede di via Bogino 6, poi distrutta dai bombardamenti del conflitto mondiale. 

La sede storica è raffigurata in uno degli omaggi donati al Presidente. Se il convegno è dedicato, in due giorni, all'evoluzione delle funzioni della Corte dei conti, l'attenzione è puntata concretamente sull'utilizzo attento e responsabile dei fondi del Pnrr. Sarà proprio la Corte dei conti a vigilare, per prevenire e reprimere le frodi, la corruzione, i conflitti di interessi. 

Lo chiarisce subito il presidente Guido Carlino, che riconosce la necessità di un lavoro attento e puntuale della magistratura contabile: la funzione di controllo dei bilanci  deve spingere le amministrazioni pubbliche ad una buona gestione, secondo i principi di uguaglianza e di solidarietà

Il capo dello Stato ha seguito gli interventi di apertura, confermando così la piena attenzione del Quirinale al ruolo della Corte dei conti. Poi Mattarella è ripartito per Roma. Il suo è ancora una volta un ‘arrivederci’ a Torino. Potrebbe tornare in città a fine mese.