Regione virtuosa, 500mila quarte dosi già somministrate

Quinta dose, si parte con le preadesioni

Comincia la raccolta adesioni per gli ospiti delle Rsa e con la chiamata attiva per i fragili over 60. Si tratta di 56mila persone. Da mercoledì 26 ottobre saranno aperte le adesioni on line per gli over 80, over 60 non fragili

Quinta dose, si parte con le preadesioni
Ansa
Un reparto di terapia intensiva

La prossima settimana nizierà la somministrazione della quinta dose anti Covid alle nuove categorie autorizzate dal Ministero della Salute. 

In particolare, da mercoledì 26 ottobre gli over 80 e gli over 60 (60-79 enni non fragili) potranno preaderire al terzo booster sul portale www.IlPiemontetivaccina.it. Sono oltre 170 mila coloro che hanno già maturato i 120 giorni dalla quarta dose e, come sempre, potranno ricevere il vaccino anche nelle farmacie aderenti o presso il proprio medico di famiglia se vaccinatore.

“Daremo la possibilità a chi lo desidera di preaderire subito alla quinta dose, ma da metà novembre procederemo poi con l’invito diretto tramite sms, come sempre fatto finora, per garantire la massima copertura possibile anche a questa nuova fase della campagna vaccinale - spiegano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi -. Con oltre 500 mila quarte dosi somministrate il Piemonte continua a essere una delle Regioni più virtuose e di questo ringraziamo tutto il nostro sistema sanitario”.

Si comincia con la raccolta delle adesioni ( da oggi 24 ottobre) per la quinta dose tra gli ospiti delle RSA e con la chiamata attiva per i fragili over 60, in tutto circa 56 mila persone con i requisiti già maturati.

Intanto sul fronte della pandemia, sono duemila e 181 i nuovi casi di Covid accertati in Piemonte con l'analisi di 15.379 tamponi diagnostici di cui 15.334 test antigenici.

La quota di positivi è del 13,9%; i ricoverati sono 744 nei reparti ordinari, +7 rispetto a ieri, con un tasso di occupazione dei posti letto dell'11%; in terapia intensiva i degenti son 16, uno in meno rispetto a ieri, l'occupazione dei letti è pari al 2,6%. 

Nell'ultimo bollettino è stato registrato un decesso.