Cherasco

Presa la banda delle slot, sei arresti

La Procura di Asti contesta loro i reati di furto aggravato in concorso, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ricettazione

Presa la banda delle slot, sei arresti
Carabinieri
Un frame delle registrazioni delle videocamere di sorveglianza

Il loro obiettivo le macchinette. Vittime, nel mese di gennaio, una sala slot e un bar di Cherasco (Cuneo). Il bottino: circa 5mila euro. Dopo lunghe indagini i carabinieri della Compagnia di Bra hanno arrestato sei persone tra i 26 e i 37 anni, nazionalità albanese, su disposizione del Gip del Tribunale di Asti. Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ricettazione. 

Il lavoro degli inquirenti, compiuto attraverso attività investigative tradizionali, come osservazioni e controlli, e tecniche, hanno consentito di giungere all'identificazione degli
appartenenti al gruppo e accertare le loro responsabilità per la commissione di una dozzina di furti, sempre nei confronti di esercizi commerciali tra Bra e Fossano. Tutti i fatti reato venivano preceduti da sopralluoghi effettuati accuratamente, al fine di individuare gli obiettivi più remunerativi e il momento giusto per “aggredirli”.

Oltre ai sei soggetti colpiti dalla misura cautelare - uno di loro è stato posto ai domiciliari - durante l’attività i militari hanno arrestato un altro cittadino albanese per il reato di spaccio di marijuana, in quanto trovato in possesso di circa 2 chilogrammi di stupefacente, cedutogli dagli appartenenti al gruppo. 

La refurtiva veniva ricettata attraverso una rete di conoscenze e connivenze. Tra gli obiettivi della banda c’erano anche i consorzi agrari, all'interno dei quali sottraevano ingenti quantità di fertilizzati