L'operazione dei carabinieri

Sesso in cambio di droga a Torino

Le indagini partite dalla denuncia di una donna. Quattro misure cautelari

Sesso in cambio di droga a Torino
Carabinieri Torino
L'appartamento coinvolto nelle indagini

Quattro persone sono gravemente indiziate, a vario titolo, di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Due sono finite in carcere, una agli arresti domiciliari e per una è stato disposto il divieto di dimora. L’attività d’indagine dei carabinieri ha avuto inizio nell’aprile 2021, quando una donna ha formalizzato ai carabinieri una denuncia nella quale ha dichiarato di essersi prostituita in molteplici occasioni a casa di un suo amico (gestore della casa d’appuntamento) in cambio di crack quale controvalore per le prestazioni sessuali.  Sostanza stupefacente che l’uomo si sarebbe procurata tramite diversi spacciatori, utilizzando le somme versate dai clienti e che poi consumava insieme alle ragazze (almeno dieci). 

Le indagini hanno svelato un via vai di persone dall’appartamento di Torino oggetto dell’indagine.  L’attività non si mai fermata neanche durante l’emergenza Covid.