Lungo il lago Maggiore

Sperona 15 auto e punta arma contro i carabinieri: uomo arrestato a Verbania

Strage sfiorata tra Meina e Stresa. Fermato un elvetico pluripregiudicato di 31 anni: positivo ai test anti-droga, aveva con sé cimeli neonazisti.

Punta un fucile da assalto ai clienti di un distributore di benzina, poi sale su un'auto rubata e sperona 15 vetture, ferendo in modo non grave quattro persone, quindi viene fermato dai carabinieri e li minaccia con l'arma, ma non riesce a sparare e viene arrestato. E' successo sulla statale 33 del Sempione, lungo le coste del lago Maggiore, tra il Novarese e il Verbano.
Le immagini delle telecamere di sorveglianza di un distributore di benzina mostrano l'uomo armato di uno Schmidt Rubin K31, arma delle truppe elvetiche del secondo dopoguerra. Si tratta di un trentunenne di origine svizzera, simpatizzante nazifascista e pluripregiudicato, risultato positivo a sostanze stupefacenti. Aveva con sé anche 45 proiettili, una baionetta e varie armi da taglio oltre a cimeli nazifascisti e tre targhe automobilistiche false.
Ora si trova nel carcere di Verbania in attesa di essere interrogato. Deve rispondere dei reati di porto illegale di arma da guerra, resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e lesioni personali.

Servizio di Giulia Dellepiane, montaggio di Benedetto Mallevadore.