Negli scorsi anni il via alle caldaie intorno a metà mese

Termosifoni spenti fino al 29 ottobre. Lo Russo: "Se arriva il freddo ritireremo l'ordinanza"

Il sindaco di Torino ha disposto lo slittamento dell'accensione del riscaldamento: a motivare il provvedimento la necessità di risparmiare sui costi dell'energia a fronte delle alte temperature del periodo

Termosifoni spenti fino al 29 ottobre. Lo Russo: "Se arriva il freddo ritireremo l'ordinanza"
Tgr Piemonte
Un termosifone

Riscaldamenti spenti per un'altra decina di giorni. Il sindaco di Torino Stefano Lo Russo ha firmato un'ordinanza che posticipa l'accensione dei termosifoni al prossimo sabato 29 ottobre.

Il primo cittadino ha motivato la decisione con la necessità di “risparmiare sui costi energetici” a “fronte delle temperature di questi giorni, al di sopra della media stagionale". L’ordinanza non riguarderà però gli ospedali, le case di cura, le strutture che ospitano servizi sociali pubblici, le scuole dell’infanzia e gli asili nido.

Negli scorsi anni, il via al riscaldamento avveniva intorno al 17 ottobre. 

L'intervista al sindaco Lo Russo: “Ritireremo l'ordinanza dovesse arrivare il freddo”