Secondo le prime stime

Atp Finals, a Torino un indotto da 140 milioni di euro

La manifestazione ha attirato visitatori da tutto il mondo: 150.000 biglietti venduti con numeri importanti per alberghi, ristoranti, trasporti.

150.000 biglietti venduti, con visitatori provenienti da 88 paesi del mondo. I numeri che dimostrano come le Atp Finals piacciano e facciano bene a Torino. Lunghe file anche questa mattina all'ingresso della fan zone in piazza d'armi ma anche tanta partecipazione negli eventi del centro storico. Presenze che confortano e giustificano l'impegno economico: l'aggiudicazione delle Finals costa 18 milioni di euro. Il ritorno complessivo per il pil italiano è stimato in 600 milioni, con un valore annuo in crescita progressiva. Nel 2021 l'indagine condotta da Ernst & Young e commissionata da Fit ipotizzava un impatto economico di 116 milioni di euro, valore viziato dalle misure anti-covid ancora in vigore. In questo 2022 si stima un ricavo di 140 milioni frutto di prenotazioni alberghiere, pranzi e cene, trasporti. Numeri che soddisfano il presidente della Federtennis Angelo Binaghi: “vedo che la città è invasa di turisti, vedo finalmente che la città è contenta di questa manifestazione e ne capisce importanza ed impatto sul territorio quindi noi siamo felici, incrociamo le dita e speriamo che continui così”. 

L'entusiasmo intorno al tennis ha portato ad un altro appuntamento: i prossimi 10 ed 11 dicembre ci saranno le finali maschili e femminili della serie A1, una manifestazione che rimarrà in Piemonte fino al 2026. Ancora Binaghi: “Un campionato che in tutta italia è disputato da ben 6474 squadre, quindi la gara più importante e credo più divertente per i nostri oltre mezzo milione di tesserati”.
 

Servizio di Maghdi Abo Abia, montaggio di Andrea Volpe. Intervista ad Angelo Binaghi, presidente Federtennis.