Coinvolti nel provvedimento anche un bosco e 14 ville

Evasione fiscale, sequestrato il Castello di Pomaro

Operazione della Guardia di Finanza di Casale Monferrato, coordinata dalla Procura di Milano: contestato il passaggio dei beni da una società italiana a una francese, con l'obiettivo di evitare il pagamento di imposte, interessi e sanzioni

Quattro milioni e mezzo di euro di imposte evase e relative sanzioni. Per questo la Guardia di Finanza di Casale Monferrato ha posto sotto sequestro preventivo il castello di Pomaro, il bosco del parco, 14 ville e svariati terreni. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Milano. 

A insospettire gli inquirenti sono stati una serie di conferimenti effettuati a titolo gratuito da una società con sede in Italia a beneficio di una società francese: tra questi, non solo 14 ville ma anche il famoso Castello di Pomaro, maestosa struttura militare edificata nel XII secolo. La società francese, di fatto, era però riconducibile in realtà allo stessa persona e le operazioni erano state pianificate con il chiaro intento di sottrarsi al pagamento di imposte, interessi e sanzioni, impedendo la riscossione di quanto dovuto. Segnalati alla Procura di Milano anche tutte le altre persone che hanno concorso alla commissione dei reati tributari.