L'addio dopo 28 anni in azienda

Ferrari, Mattia Binotto annuncia le dimissioni

Dopo l'addio del CdA Juventus, un altro addio nella galassia Exor. Al suo posto si parla di Frederic Vasseur, team principal Alfa Romeo-Sauber

Ferrari, Mattia Binotto annuncia le dimissioni
Ansa
Mattia Binotto

Mattia Binotto ha lasciato la Ferrari. L'ormai ex team Principal ha comunicato la sua decisione scegliendo di lasciare l'azienda che l'ha visto impegnato negli ultimi 28 anni, gli ultimi da vertice della Gestione Sportiva. 

“Con il dispiacere che ciò comporta -ha spiegato Binotto- ho deciso di concludere la mia collaborazione con Ferrari. Lascio un'azienda ch eamo, della quale faccio parte da 28 anni, con la serenità che viene dalla convinione di aver compiuto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

“Lascio una squadra unita -conclude Binotto- ed in crescita. Una squadra forte, pronta, ne sono certo, per ottenere i massimi traguardi, alla quale auguro ogni bene per il futuro. Credo sia giusto compiere questo passo, per quanto per me sia stata una decisione difficile”.   

In meno di 24 ore si è compiuta una rivoluzione totale nei colossi sportivi di proprietà Exor. Dopo le dimissioni del CdA della Juventus arriva un altro addio, quello di Mattia Binotto. Ad unire idealmente le due vicende, al di là della proprietà, la figura di Maurizio Arrivabene, unico membro del “vecchio" CdA ancora in carica nonché predecessore di Mattia Binotto alla guida della Gestione Sportiva Ferrari

E se il nuovo Consiglio d'Amministrazione della Juventus arriverà nell'assemblea del 18 gennaio, anche per la Rossa il nuovo team principal verrà nominato nel 2023. Lo conferma una nota di Maranello, dato che le dimissioni di Binotto saranno effettive dal 31 dicembre. In queste settimane verrà definito il nuovo Team Principal. 

Secondo i rumors del paddock il nome più gettonato sarebbe quello di Frederic Vasseur, ingenere francese oggi a capo della Alfa Romeo-Sauber.  Considerato molto vicino all'amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares, è previsto che lasci la scuderia svizzera al termine del rapporto tra la casa del gruppo italo-francese ed il team fondato da Peter Sauber in previsione del passaggio di quest'ultimo ad Audi nel 2026.

In passato ha fondato la scuderia ART Grand Prix insieme a Nicholas Todt, manager di Charles Leclerc e figlio di Jean Todt, il team principal Ferrari dell'era Schumacher.