Domenica alle 14.00 il via all'ultima gara dell'anno

La settimana più lunga per Francesco Pecco Bagnaia

Si mobilitano i tifosi per l'atto finale del Mondiale 2022 a Valencia: a Pecco bastano due punti per conquistare l'alloro iridato

La settimana più lunga per Francesco Pecco Bagnaia
Ansa
Pecco Bagnaia

Il momento della verità si avvicina, quello che vale una carriera, capace di cambiare i destini sportivi e personali di un pilota. Pecco Bagnaia nelle prossime ore arriverà a Valencia dove cercherà di scrivere il suo nome nella Storia, in maiuscolo, dello sport italiano e mondiale. Al numero 63 nativo di Chivasso mancano due punti, due soli punti per la conquista dei titolo in Motogp. Primo italiano dopo Valentino Rossi, primo allievo dell'Academy a conquisare il titolo più ambito, primo ducatista dopo Casey Stoner, primo italiano campione su moto italiana dopo Giacomo Agostini in sella alla MV Agusta. C'è tutto questo nella missione di Pecco, ed anche qualcosa in più. 

Pecco ha 23 punti di vantaggio sull'unico avversario, il Campione del Mondo uscente Fabio Quartararo. Il francese ha una sola possibilità: vincere, conquistare 25 punti e sperare che Bagnaia arrivi dal quindicesimo posto in giù. 

Per questo nulla è stato lasciato al caso. Dopo il ritorno dalla trasferta nel Pacifico Pecco si è rilassato a Chivasso concentrandosi sul lavoro fisico ed evitando ogni contatto con una moto, per prevenire la beffa di un infortunio proprio sul filo di lana. E dopo Chivasso il ritorno a Pesaro, dove risiede, prima dell'ultima trasferta dell'anno. 

Ad accompagnarlo in Spagna ci sarà il suo fan club che si muoverà in due tranches. Un gruppo partirà domani, un altro sabato per essere presente al momento del Gran Premio. A Chivasso intanto è pronto un megaschermo in Piazza d'Armi, simbolo di una città che, per un giorno, si concentra su colui che potrebbe diventare uno dei suoi figli più famosi. “Chivasso tifa Pecco”. E gli italiani con loro.