Danno doppio da inflazione e siccità

Gli allevatori di razza bovina piemontese colpiti dai rincari dei costi

Mangimi raddoppiati, fieno triplicato. Ma il sostegno a breve termine non basta. Chiedono una serie di interventi

Gli allevatori di razza bovina piemontese colpiti dai rincari dei costi
Tgr Piemonte
Un bovino di razza piemontese

Inflazione e siccità. Danno doppio per gli allevatori di razza bovina piemontese, che chiedono aiuto.

Anaborapi è un'associazione che si occupa di promuovere la razza piemontese e migliorarla geneticamente. 4.300 aziende socie, tutte a conduzione familiare, e un totale di 280mila capi, che producono ogni anno 300 milioni di euro.

Il problema del settore è anche la naturale rigidità: siccome i tempi di crescita dei bovini sono lunghi, le aziende non possono difendersi dal boom inflazionistico adattando rapidamente la produzione. Il supporto a breve termine non basta: varie associazioni di settore hanno presentato un documento unitario alla Regione con tre richieste che guardano al futuro. E' necessario anche favorire la nascita di una filiera, in modo che il beneficio della vendita finale ricada su tutti gli attori.

Intervista ad Andrea Quaglino, direttore di Anaborapi

 

Servizio di Giulia Dellepiane, montaggio di Beppe Serra.