Al Teatro Regio

Il Don Giovanni firmato Riccardo Muti incanta Torino

Debutta sotto i migliori auspici la prima stagione targata Mathieu Jouvin, il nuovo sovrintendente arrivato in primavera al Regio. Repliche fino al 26 novembre dell'opera di Mozart

Il Don Giovanni firmato Riccardo Muti incanta Torino
Web
Teatro Regio

A 81 anni Riccardo Muti incanta ancora il pubblico dell'opera. Il  suo primo Don Giovanni fu nel 1987 con la regia GIorgio Strehler alla scala di Milano, al Regio di Torino torna all'opera più complessa di Mozart con la figlia Chiara.

"Un sogno che si avvera - ha detto ai nostri microfoni - Mozart e Da Ponte un binomio perfetto".

Nel Don Giovanni si riflette il Mozart che fece i conti con se stesso con il senso di colpa per la voracità e  il godimento e rappresenta l’uomo che non riuscì mai a essere 

A dar voce al don Giovanni di Muti il baritono Luca Micheletto, mentre Mariangela Sicilia è donna Elvira.

 

Al teatro Regio clima delle grandi occasioni,  istituzioni locali, ma anche la vicepresidente del senato Anna Rossomando  e il sottosegretario alla cultura Vittorio Sgarbi. "Per lui e per il  Governo, Torino - ha detto - città prediletta, culla dell’arte oggi come non mai".

Debutta sotto i migliori auspici la prima stagione targata Mathieu Jouvin il nuovo sovrintendente arrivato la scorsa primavera. Repliche fino al 26 novembre.