L'udienza per il fermo del 17enne indiziato di violenza sessuale

Il minorenne fermato per lo stupro all'università confessa. Lo rivela il suo legale

Sarebbe proprio il fermato l'autore dell'aggressione e della violenza sessuale ai anni di una studentessa del campus Borsellino. Era stato preso dopo la verifica del Dna su seimila uomini.

 

Si è svolta oggi a Torino l'udienza di convalida del fermo del 17enne accusato della violenza su una ragazza aggredita il 30 ottobre nella residenza universitaria Paolo Borsellino di Torino. 

Secondo il suo legale , l'avvocato Giuseppe Vitello, "il ragazzo è apparso frastornato. Si è reso comunque conto della gravità della vicenda e ha ammesso il fatto, riservandosi una più approfondita descrizione, una volta fatta maggior mente locale dell'accaduto, di quanto avvenuto quella sera".  

Il giudice ha convalidato il fermo- Il minorenne era stato fermato alcuni giorni fa dalla Polizia. Italiano, di origini straniere, era sospettato di essersi introdotto la sera del 30 ottobre nella residenza universitaria e di aver aggredito nella sua stanza la ragazza.  Contro il giovane pesano soprattutto le analisi del DNA