Allo Stadium

La Juve perde, ma va in Europa League

Il Psg s'impone per 2 a 1 sui bianconeri. Ma grazie alla dilagante vittoria per 6 a 1 del Benfica sul Maccabi Haifa, gli uomini di Allegri - che salutano la Champions - si qualificano in Europa League. La rete juventina è firmata da Bonucci

La Juve esce sconfitta ma con onore dalla sfida con il Paris Saint Germain e grazie alla larga vittoria del Benfica sul campo del Maccabi prosegue il suo cammino continentale in Europa League.

Nonostante le numerose assenze i bianconeri affrontano i parigini con coraggio e il primo sussulto lo regala Locatelli con un bel tiro dal limite dell’area che si spegne di poco fuori.

Alla prima incursione passano però i francesi con Mbappe che supera Gatti e batte Szczesny con un gran destro.

I bianconeri non si perdono d’animo e ancora con Locatelli e poi con Miretti vanno vicini al pareggio. Pareggio che arriva a cinque minuti dal riposo con Bonucci che corregge un colpo di testa di Cuadrado.

Nel secondo tempo la musica non cambia, la Juve dei giovani prova a mettere sotto il Paris e come nella prima frazione viene punita al primo errore. Al ‘25 è Nuno Mendes, appena entrato, a riportare in vantaggio i parigini con una accelerazione micidiale.

Le notizie che arrivano da Haifa sono però confortanti e così Allegri può gettare nella mischia anche Federico Chiesa, ritorno salutato dal boato dello Stadium. Non serve a cambiare il risultato che resta fermo fino al termine sul 2-1 per gli uomini di Galtier, ma addolcisce un po’ l’amarezza per l’eliminazione dalla Champions.

Servizio di Stefano Tallia