Dopo il via libera dell'esecutivo

Reintegrati i no vax dell'Azienda ospedaliera universitaria di Novara

Tra loro anche Giusy Pace, un anno fa sfilò insieme ad altri per il centro di Novara rievocando i prigionieri nei campi di sterminio

Reintegrati i no vax dell'Azienda ospedaliera universitaria di Novara
TgR
Un momento della manifestazione

All'azienda ospedaliera universitaria di Novara, a seguito delle decisioni del Governo in tema di personale medico non vaccinato, sono stati riammessi in servizio otto infermieri, un tecnico, quattro operatori sociosanitari e sette componenti del personale amministrativo che non erano stati vaccinati. Lo riferisce il portavoce della struttura sanitaria.

Tra gli otto infermieri c'è anche Giusy Pace, dirigente del sindacato Fsi-Usae, che sfilò circa un anno fa insieme ad altri con indosso una sorta di pigiama e con il filo spinato mistificando la tragedia del campo di concentramento di Auschwitz, nel corso di una manifestazione "No Green Pass". La Pace fu sospesa anche dal suo sindacato, ma ad aprile venne rieletta nella Rsu dell'ospedale Maggiore. 

Sui social non ha mai cambiato idea, continuando a mistificare la campagna vaccinale con messaggi fuorvianti anche nelle ultime ore.