Due arresti, quattro indagati dalla procura di Asti

Sesso, soldi e Internet: raggiro da ottomila euro

La vittima è un cuneese. In sei lo avevano persuaso a fare diverse cariche di PostaPay con la promessa di una chat a sfondo sessuale

Sesso, soldi e Internet: raggiro da ottomila euro
Tgr Piemonte
Sesso, soldi, internet, raggiro da ottomila euro

Adescato tramite i social con la proposta di compiere una videochiamata a sfondo sessuale, è stato costretto a effettuare svariate ricariche, su differenti carte Postepay tutte riconducibili agli indagati, per una somma complessiva di 7.950 euro. Dopo la denuncia i carabinieri di Bra e di Monforte d'Alba, paese nel quale risiede la vittima, sono riusciti a risalire agli autori dell'estorsione.

Sei persone, cinque uomini e una donna di origine ivoriana, sono indagate. Due sono in arresto, gli altri ricercati in tutta l'Unione Europea. Sono accusati di estorsione aggravata in concorso e di riciclaggio in concorso. Con la scusa di compiere una video chiamata a sfondo sessuale, e ripetute ricariche di carte PostePay del valore di ottomila euro, i sei erano riusciti a carpire la fiducia di un cuneese e lo avevano raggirato.