Per valorizzare i patrimoni archivistici

Torna Archivissima, la festa degli archivi nata a Torino

Dall'8 all'11 giugno. L'edizione 2023 è dedicata al carnet de voyage, taccuino di viaggio disegnato e raccontato

Torna Archivissima, la festa degli archivi nata a Torino
Tgr Piemonte
Un archivio

Si svolgerà dall'8 all'11 giugno l'edizione 2023 di Archivissima, l'unico festival dedicato alla promozione e alla valorizzazione dei patrimoni archivistici. Tema del 2023 sarà il carnet de voyage, taccuino di viaggio disegnato e raccontato. La manifestazione è stata presentata alle Gallerie d'Italia di Torino. "Il festival è in costante crescita - spiega il fondatore Andrea Montorio - siamo partiti nel 2018 con una ventina di archivi a Torino, l'anno scorso erano 400 in tutta Italia con un'ampia community di persone che partecipa agli eventi". L'obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio archivistico rendendolo fruibile a tutti come luogo di formazione e scoperta. Punto fermo del festival l'ottava edizione della "Notte degli archivi", in calendario il 9 giugno. "Abbiamo scelto il carnet de voyage come oggetto fisico e simbolico - ha spiegato Manuela Iannetti, presidente e direttrice - diario e racconto, perché se il viaggio è esplorazione e ricerca, non sarebbe lo stesso senza il racconto".

Tra le novità dell'edizione 2023 la pubblicazione del libro "Le rose a dicembre - Racconti dalla notte degli archivi", edito da Mondadori. "Da oggi sul nostro sito gli archivi di tutta Italia possono iscriversi alla notte del 9 giugno - aggiunge Corrado Trione, responsabile dell'evento - abbiamo avviato l'iter con largo anticipo perché vogliamo costruire un percorso con gli archivi che parteciperanno".