Inchiesta, nuovi dettagli

Alle radici del dissesto Juve

Ci sarebbe perfino un "libro nero" redatto dall'attuale direttore sportivo bianconero Federico Cherubini, sulla gestione Paratici. Altre intercettazioni telefoniche. Tifosi disorientati

Alle radici del dissesto Juve
ImagoEconomica
Fabio Paratici, Pavel Nedved e Andrea Agnelli

Caso Juventus. "Siamo stati arroganti sul mercato, e con Ronaldo si è innescato il nostro circolo vizioso". Anzi no. E' stato tutto sbagliato. Nel mirino, "il progetto sportivo che è stato fatto da Higuain in poi". Frasi, intercettate, dell'attuale DS Federico Cherubini. E riferite alla precedente gestione Paratici. A proposito della quale avrebbe perfino redatto un "libro nero". Acquisti sbagliati: cifre alte per giocatori troppo maturi, il cui valore sul mercato si deprezza in pochi anni. Il bubbone, in casa Juve, sarebbe nato da qui. Risolto a suon di plusvalenze e manovri stipendi. Ne sarebbe stato consapevole anche Massimiliano Allegri, a colloquio con Cherubini: "Devi capire - ha detto Max - che il mercato dell'anno scorso era fatto solo di plusvalenze, quindi era un mercato del cavolo", per usare un eufemismo livornese. E soprattutto, ne sarebbe stato consapevole Andrea Agnelli. Dalle carte spunta anche un incontro organizzato con 6 squadre di Serie A. "Spero nasca qualcosa di utile, se no ci schiantiamo pian pianino", ha detto il presidente, intercettato.
E i tifosi? Loro cosa ne pensano?
 

Servizio Di Massimo Lanari; Montaggio di Beppe Serra