Obiettivo mettere in campo interventi più efficaci

Arriva il monitoraggio ambientale con i droni

Firmato il protocollo d'intesa tra Arpa e Associazione Nazionale Carabinieri della Regione Piemonte

Arriva il monitoraggio ambientale con i droni
Ufficio stampa
Firma del protocollo d'intesa

Utilizzare la tecnologia dei  droni anche nelle emergenze, per monitorare l'ambiente. Con quest'obiettivo il Presidente del Coordinamento Regionale Associazione Nazionale Carabinieri  (ANC) Roberto Zocchi e il Direttore generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto hanno siglato  un protocollo d’intesa che permetterà di unire le rispettive competenze e avere un visione  più ampia delle problematiche ambientali. 

Per il Direttore Generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto: “ La collaborazione con i Carabinieri è importante per le attività dell’Agenzia da anni. L’obiettivo è quello della prevenzione e protezione dell’ambiente in cui viviamo, tenendo presente anche di dare risposte a chi fa politiche e prende decisioni e ai cittadini". 

Per il Presidente del Coordinamento Regionale ANC Roberto Zocchi: “L’aspetto ambientale è un elemento determinante e imprescindibile, in particolare per quanto riguarda la previsione, la prevenzione e la salvaguardia di un ambiente reso sempre più fragile dai cambiamenti climatici”.

 “Il protocollo firmato - ha commentato il Generale di brigata Benito Castiglia comandante Regione carabinieri Forestale Piemonte -  vuol dire unire le forze per tenere sotto controllo le situazioni ambientali, è un ulteriore tassello di una serie di accordi che abbiamo stipulato in questi anni con Arpa Piemonte".

Il Generale di brigata Antonio Di Stasio, comandante legione carabinieri Piemonte e Valle d'Aosta, ha osservato che "Se si riescono a mettere a sistema le singole forze si possono raggiungere risultati eccezionali soprattutto a favore della cittadinanza”.