L'amichevole

Juve senza Chiesa e Vlahovic, un pareggio nell'ultimo test dell'anno

Sbaglia Szczesny, rimedia Soulè: 1-1 con lo Standard Liegi

Juve senza Chiesa e Vlahovic, un pareggio nell'ultimo test dell'anno
Ansa
Matias Soulè della Juventus segna il gol (1-1) durante l'amichevole Juventus FC vs Royal Standard de Liège all'Allianz Stadium di Torino, 30 dicembre 2022

Si chiude con un pareggio la serie di amichevoli disputate nella sosta dalla Juventus: dopo i successi contro Arsenal, a Londra, e Rijeka, a Torino, i bianconeri fanno 1-1 contro lo Standard Liegi davanti ai 9 mila spettatori dell'Allianz Stadium. Allo svantaggio maturato nel primo tempo per un autogol di Danilo su errore di Szczesny risponde Soulé dal dischetto, ora la squadra si proietta verso la ripresa della Serie A.

Chiesa è ancora fermo ai box e non figura nemmeno in panchina, l'attaccante svolge un programma ad hoc alla Continassa per provare a rientrare contro la Cremonese. Allegri, però, ritrova tutta la difesa verdeoro con Danilo, Bremer e Alex Sandro, mentre sulle corsie dà una chance al giovane Aké e a sinistra conferma Kostic. Anche Vlahovic è indisponibile e in attacco c'è il tandem Milik-Kean, in mediana gioca Miretti insieme a Locatelli e McKennie. L'avvio dei bianconeri è brillante, sono proprio le due punte a rendersi protagoniste con il polacco che apre la gara con un tiro controllato da Bodart e il classe 2000 che segna ma in posizione irregolare. Poi la Juve si inceppa, si spaventa al 24' sulla bordata di Balikwisha che viene respinta dal palo e cade dopo la mezz'ora: Szczesny sbaglia i tempi dell'uscita alta su una punizione e viene anticipato da Danilo, il quale infila il suo portiere. E' il primo gol subito dall'8 ottobre scorso, l'imbattibilità cade dopo sei gare di campionato e i due test contro Arsenal e Rijeka.

La squadra di Allegri prova a reagire con Miretti, che, imbeccato da Milik, pareggia il conto dei pali con il destro. Il portiere si ferma per un problema al collo e lascia il posto a Perin, per la ripresa Allegri opta per tanti cambi: gli unici superstiti dei primi 45 minuti sono Aké e Miretti, davanti fanno coppia Soulé e Compagnon. Il ventunenne di Udine si conquista subito un rigore, l'argentino trasforma con un mancino preciso e angolato e firma l'1-1. Il pareggio riaccende la Juve e i bianconeri cercano con maggiore insistenza il ribaltone, ma il risultato resta in parità. Ora Allegri e i suoi ragazzi proseguiranno i lavori avendo nel mirino la ripresa del campionato, con la trasferta di mercoledì a Cremona.