La respirazione extracorporea salva una bimba di 3 anni affetta da bronchiolite

Provvidenziale intervento dell’Ecmo Teams dell’ospedale pediatrico infantile Regina Margherita di Torino

La respirazione extracorporea salva una bimba di 3 anni affetta da bronchiolite
Ospedale Regina Margherita
L'ospedale Regina Margherita di Torino

Una bambina di soli 3 mesi ha rischiato la vita per il virus respiratorio sinciziale. Ricoverata a Magenta, è stata presto trasferita alla terapia intensiva pediatrica dell'ospedale di Novara. 

Ma non sono bastati i trattamenti intensivi per guarirla. Si è dovuto ricorrere alla ventilazione esterna con l'uso di una ECMO. Si tratta di una pompa che, tramite una cannula a doppio lume, aspira il sangue venoso prima che questo entri nei polmoni malfunzionanti, lo ossigena, e lo rimanda nel circuito ematico. La macchina messa a disposizione dal Regina Margherita, sostituisce completamente la funzione dei polmoni.

Le condizioni cliniche della piccola, di soli 5 kg, si sono così stabilizzate ed è stato possibile trasferirla all'ospedale Regina Margherita dove si è curata l'infezione e la ventilazione meccanica è stata rimossa. Una prova superata per l'ospedale Infantile di Torino e per la rete di ospedali sul territorio che ad esso fanno riferimento.