La rassegna è alla 38esima edizione

Millenovecento72, il film d'autore italiano al Cinema Massimo di Torino

Il trittico è dedicato a Fellini, Pasolini e Visconti. Ma si apre con "Ultimo tango a Parigi" di Bertolucci.

Millenovecento72, il film d'autore italiano al Cinema Massimo di Torino
Tgr Piemonte
Film "Ultimo tango a Parigi" di Bertolucci

Si comincia con il celeberrimo film di Bertolucci “Ultimo tanto a Parigi”. Oggi (domenica 11 dicembre) alle 20 la prima proiezione al Cinema Massimo di Torino, in Sala Tre; replica il 20 dicembre alle 16.

Sebbene Bertolucci non sia l'autore di riferimento della rassegna, al regista toscano è stata dedicata l'apertura della Rassegna sul cinema italiano ideato dall'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza con il Museo Nazionale dle Cinema.

“Millenovecento72” andrà avanti fino al 21 di dicembre.

L'edizione di quest'anno vede Federico Fellini con Roma; Pier Paolo Pasolini con I racconti di Canterbury, episodio centrale nella cosiddetta “trilogia della vita”, conquisterà l’Orso d’oro al Festival di Berlino; e Luchino Visconti con Ludwig completa e chiude la “trilogia tedesca”.

Nel programma fanno da cornice a questa triade oltre a Bertolucci, La prima notte di quiete di Valerio Zurlini, con la sua atmosfera torbida e decadente che anticipa tante narrazioni dedicate alla provincia italiana; la rivisitazione di una pagina feroce della spedizione dei Mille in Bronte di Florestano Vancini, tratto da una novella poco nota di Giovanni Verga; l’amara comicità di Lo scopone scientifico di Luigi Comencini; e infine, Sbatti il mostro in prima pagina di Marco Bellocchio, un film che sia pur velatamente si rifà all’attualità del processo Valpreda che inizia tra accese contestazioni e polemiche proprio nel febbraio del ’72.