Omicidio Ollino. La Procura chiede la conferma dell'ergastolo per Giovanni Cordella

A marzo Cordella era stato condannato all'ergastolo in primo grado

Omicidio Ollino. La Procura chiede la conferma dell'ergastolo per Giovanni Cordella
Ansa
Giovanni Cordella

La procura ha chiesto alla Corte di assise d'appello la conferma dell'ergastolo per
Giovanni Cordella, 43 anni, il commerciante d'auto processato a
Torino con l'accusa di aver ucciso a colpi di pistola il
commercialista Luciano Ollino l'8 giugno 2020. 

La condanna all'ergastolo in primo grado era stata pronunciata lo scorso 21 marzo.
Il corpo di Ollino fu trovato in un'auto ferma a Pian del Lot, sulla collina torinese. Il movente non è
stato chiarito del tutto. Cordella abitava, in affitto, in un
residence di proprietà della vittima. Oggi in aula ha preso la
parola e, nel corso di una dichiarazione spontanea, ha ribadito
di essere innocente.


Dopo gli interventi degli avvocati di parte civile Enrico
Cairo e Luigi Chiappero, legali dei familiari di Ollino, e
dell'avvocato difensore, Nicoletta Gattuso, il processo è stato
aggiornato a gennaio.