La classifica

Qualità della vita, crolla il Piemonte. Cuneo e Novara battono Torino

La nostra regione non brilla nella classifica stilata da IlSole24Ore. Il capoluogo solo 40esimo, Biella e Alessandria le peggiori. Unica eccezione è Asti che sale di dieci posizioni

Qualità della vita, crolla il Piemonte. Cuneo e Novara battono Torino
Tgr Piemonte
Una veduta di Cuneo

Solo Asti può sorridere. Da un anno all'altro è l'unica provincia piemontese in cui la qualità della vita cresce da un anno all'altro. Dieci posizioni guadagnate che la portano al 55esimo posto su un totale di 107.

Il peggior risultato lo registra Torino, che perde ben nove posizioni. E' al 40esimo posto, preceduta da Cuneo, 36esima (due posizioni in meno rispetto all'anno scorso) e Novara (sette posizioni in meno).

Cinquantesimo posto per il Verbano-Cusio-Ossola, che non perde e non guadagna posizioni. Vercelli cala di otto posti ed è 56esima. Sei posizioni in meno per Biella, 65esima.

Maglia nera del Piemonte, ancora una volta, Alessandria. Che perde una posizione e si ferma al 71esimo posto, tra Oristano e Imperia.  

L'indagine sulla qualità della vita, redatta da IlSole24Ore è giunta al suo 33esimo anno. La provincia italiana in cui si vive meglio è  Bologna; Firenze sale sul podio, al terzo posto, il Trentino Alto Adige resta saldo al secondo  con Bolzano. Le città metropolitane sono in calo, non solo Torino: Milano è ottava, Roma 31esima.

 

. IlSole24Ore
.

Gli indicatori - Novanta gli indicatori statistici alla base dell'indagine, di cui 40 aggiornati al 2022. Presentano una serie di novità: due indicatori sull'inflazione; un pacchetto di indicatori su energia da fonti rinnovabili/riqualificazioni energetiche/consumi energetici; l'indice della partecipazione elettorale alle ultime elezioni politiche di settembre 2022; nove indici sintetici inclusi nell'indagine che aggregano piu' parametri (Qualità della vita di giovani, bambini e anziani, Qualità della vita delle donne, Ecosistema urbano, Indice della criminalità, Indice di sportività, Indice del clima, IcityRank sulle città digitali.

Si confermano alcuni indicatori storici dell'indagine: valore aggiunto pro capite; prezzi delle case e incidenza dei canoni di locazione sul reddito medio dichiarato; imprenditoria giovanile; giovani Neet; ore di Cassa integrazione ordinaria; infortuni sul lavoro; indice della qualità dell'aria; tasso di motorizzazione; indice di litigiosità nei tribunali; mortalità da incidenti stradali; numero di bar, ristoranti, librerie e palestre; agriturismi; indice di lettura; verde urbano; banda larga ultraveloce; amministratori comunali under 40.