La piccola è nata in Italia da genitori cinesi. Il papà Kun: "Sono felice"

Un trapianto di fegato collegato al cuore salva una bimba di cinque anni

Un anno di cure anti tumorali poi l'eccezionale intervento alle Molinette di Torino

Una bambina di 5 anni, di origine cinese, è stata sottoposta con successo a un eccezionale trapianto all'Ospedale Le Molinette. L'equipe medico chirurgica ha collegato il fegato del donatore direttamente al cuore della ricevente. 

La bimba è nata a Torino da genitori di origine cinese ed era in Cina, nel giugno del 2021, con la famiglia, quando è insorta una gravissima patologia tumorale al fegato, l'epatoblastoma, tipico - dicono i medici - dell'ètà infantile.

Era stata trattenuta in Cina a causa delle misure di contenimento della pandemia Covid-19, dove ha cominciato le cure anti tumorali. E' tornata in Italia nel mese di novembre. Ed è stata presa in carico dall'Ospedale Regina Margherita, diretta dalla Professoressa Franca Fagioli. E' stata curata per un anno con una terapia oncologica. Poi la decisione, vista la progressione della malattia, di procedere al trapianto.

Ora la bambina sta attraversando la delicata fase post-trapianto e con successo.

Il papà della bimba, che si chiama Kun, ha detto: "Voglio ringraziare pubblicamente i medici, tutti, perché per la piccola "hanno lavorato proprio in tanti. Sulla figlia ha detto: “Ha ripreso bene, è contenta, contentissima, ha mangiato un pochino di più”. La famiglia Kun vive a Torino da 17 anni.

“Ancora una volta - fanno sapere dalla Città della Salute - grazie al prezioso dono di una famiglia colpita da un grave lutto, un trapianto che sembrava impossibile è stato eseguito, ridando speranza a una piccola paziente”.