Previsti bandi per reclutare nuovi medici

Virus respiratori, impennata di bimbi ricoverati al Regina Margherita

Pronto soccorso sotto pressione, 42 i bambini presenti, erano 29 la settimana scorsa. Le difficoltà delle strutture d'urgenza riguardano anche quelle per adulti: alle Molinette accessi in crescita del 20% rispetto al 2021.

 

Nel servizio le interviste a Emanuele Castagno, pediatra d'urgenza al pronto soccorso del Regina Margherita, Fulvio Morello, responsabile pronto soccorso di Medicina alle Molinette, Gianluca Ghiselli, direttore sanitario Azienda Zero. 

I soggetti più a rischio sono i bambini più piccoli, che possono accusare infezioni ai bronchioli e problemi respiratori. Nella stragrande maggioranza dei casi non sono necessarie terapie specifiche e però al pronto soccorso del Regina Margherita i ricoveri sono in aumento per via del virus sinciziale: sono 42, erano 29 la settimana scorsa.

Un virus conosciuto, che già lo scorso anno, sempre a fine novembre, aveva portato a un picco di 195 ricoveri. La pressione che sta vivendo la struttura d'urgenza dell'ospedale infantile è per altro comune agli altri pronto soccorso della Regione. Alle Molinette è da ottobre che la media è di 175 accessi al giorno, con punte di 220 nei pre festivi: numeri in crescita del 20% rispetto al 2021, dell'80% sul 2020. Gli accessi sono comunque inferiori al periodo pre pandemico. 

Simile la situazione al San Giovanni Bosco dove però grazie ai fondi messi a disposizione a suo tempo dal commissario Arcuri è stata recentemente inaugurata una nuova ala del Pronto Soccorso. Tra le difficoltà  quella di mantenere i protocolli di sicurezza, come i percorsi separati per chi è affetto da Covid. Per questo verranno presto emessi dei bandi per reclutare nuovi medici.