Disposto dal Questore. E' tra le misure contro la movida selvaggia

Aggredisce il titolare di un bar e un avventore, scatta il daspo Willy

Il 32enne non potrà più entrare in un locale pubblico per un anno

Aggredisce il titolare di un bar e un avventore, scatta il daspo Willy
Ansa
Una volante della Questura di Torino

I fatti risalgono alla notte del primo gennaio di quest'anno. Un 32enne ubriaco aveva aggredito il titolare di un bar di Alessandria e un avventore, mandandoli entrambi in ospedale con ferite guaribili da uno a tre giorni. Per lui l'accusa di lesioni personali. Ma non soltanto.

Oggi il questore di Alessandria Sergio Molino ha disposto il Daspo Willy a carico dell'aggressore. L'uomo, un albanese, per un anno non potrà accedere in nessun locale pubblico, bar o ristorante o discoteca, della città. Si era già fatto notare per episodi simili che gli erano costati richiami orali.

Il Daspo Willy è una misura contro la movida selvaggia introdotta in Italia dal Consiglio dei ministri con i decreti sicurezza. E' stato firmato dopo la morte violenta di Willy Monteiro Duarte, 21 anni, ucciso a Colleferro, nel Lazio, nel settembre del 2020, alla fine di un pestaggio mortale. Per questo due fratelli, Marco e Gabriele Bianchi, sono stati condannati all'ergastolo in primo grado.

Nei decreti sicurezza, con il Daspo Willy, vengono inasprite le pene e le sanzioni contro la movida selvaggia, con pene reclusive fino a 6 anni, in caso di omicidio o aggressioni violente, e multe fino a duemila euro.