L'incidente il 18 giugno 2021

Uccise un sindacalista alla guida del suo camion, al via il processo

Alessio Spaziano alla guida del tir travolse ed uccise un operaio e sindacalista, Adil Belakhdim, durante uno sciopero a Biandrate

Uccise un sindacalista alla guida del suo camion, al via il processo
Ansa
Il luogo dell'incidente

Prenderà il via venerdì mattina davanti al Tribunale di Novara la prima udienza per il processo al camionista 26enne, Alessio Spaziano, che il 18 giugno 2021 ha investito e ucciso il sindacalista e operaio del Si Cobas, Adil Belakhdim, 37enne di origine marocchina, nel corso di uno sciopero nell'area logistica della Lidl a Biandrate, a pochi chilometri dal capoluogo di provincia.

L'uomo deve rispondere di omicidio stradale, reistenza a pubblico ufficiale e omissione di soccorso. Secondo i pubblici ministeri Nicola Serianni, Silvia Baviglio e Paolo Verri avrebbe "imboccato contromano la corsia riservata ai mezzi in ingresso" senza fermarsi di fronte all'alt di un agente della Digos sul posto per la manifestazione sindacale.

Dalla ricostruzione della Procura di Novara il camionista avrebbe proceduto a "scatti con brevi accelerazioni e frenate al fine di indurre i manifestanti a spostarsi". La vittima, alla guida del gruppo di operai in sciopero, sarebbe stata colpita, caduta a terra e schiacciata dal mezzo pesante rimanendo agganciata al fondo ribassato del veicolo. È morto immediatamente sul posto

Belakhdim ha lasciato la moglie italiana Lucia e due figli oggi di 5 e 7 anni, che al momento dei fatti si trovavano in Marocco con la donna. La famiglia di lui - genitori e fratelli - chiederanno di essere ammessi come parte civile al processo come anche il il sindacato di base. La moglie invece ha scelto la strada della causa civile intentata nei confronti dell'azienda di trasporti campana per la quale Spaziano, difeso dall'avvocato Gabriele De Juliis di Salerno, prestava servizio.

La prima udienza è stata fissata per venedìì alle 10.15 al tribunale di Novara. Il sindacato Si Cobas ha convocato un presidio davanti al palazzo di giustizia dalle ore 9.30.