Operazione della Polizia di Stato

Sequestrata una tonnellata di fuochi d'artificio

Arrestate due persone a Torino e San Francesco al Campo. Recuperata mezza tonnellata di botti illegali a Carmagnola

Sequestrata una tonnellata di fuochi d'artificio
TgR
I botti sequestrati

Più di una tonnellata di fuochi d'artificio illegali è stata sequestrata nel mese di Dicembre a Torino e nella città metropolitana da parte degli agenti della Polizia di Stato. 

Metà del materiale pirotecnico pericoloso, circa 520 chili, è stata recuperata a Carmagnola, all'interno di un negozio, il 31 dicembre, a poche ore dal Capodanno. Il titolare è stato sanzionato con una sospensione dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande per 7 giorni.  

Un'altra mezza tonnellata di petardi illegali è stata sequestrata in due distinte operazioni rispettivamente a Torino e San Francesco al Campo con l'arresto di due cittadini italiani. 

I botti sequestrati TgR
I botti sequestrati
I botti sequestrati TgR
I botti sequestrati

Per uno dei due è stato contestato il reato di fabbricazione di prodotti esplodenti: era in possesso di due chili di “flash powder”, una particolare formula di polvere esplosiva, oltre che di miccia pirotecnica, 400 tubi in cartone, 1000 tappi per il sigillo dei tubi. Tutto materiale che sarebbe stato usato per la produzione di bombe carta. 

I due sono stati portati in carcere rispettivamente a Torino e Ivrea, sono anche stati denunciati in stato di libertà per detenzione abusiva di materiale esplodente di tipo pirotecnico.